LE ORIGINI DELLO YOGA


Una leggenda Indiana racconta di un pesce che ascoltava di nascosto il Dio Shiva che insegnava alla Dea Parvati, sua diletta sposa, i segreti dello Yoga. Il pesce fu scoperto e venne scacciato dal Dio.

Alla ricerca di un nuovo luogo in cui vivere, il pesce arrivo’ un giorno sulle rive dell’india. A terra, avvenne un miracolo : il pesce si trasformo’ in uomo gli abitanti di quei luoghi lo accolsero fra loro e lo chiamarano Matsyendra, il Signore dei pesci. Grato per l’accoglienza, Matsyendra insegno’ loro tutte le posizioni dello Yoga, tra le quali, Matsyendrasana, che porta appunto il suo nome. Questa leggenda potrebbe voler significare l’origine, non propriamente autoctona di questa disciplina. Il fine di questo insegnamento consiste nel riprendere contatto con la propria corporieta’ e nella capacita’ di migliorare se stessi : come il pesce che, dopo aver appreso gli insegnamenti di Shiva, diventa uomo : l’essere perfetto. LoYoga, di conseguenza, si e’ sviluppato a tal punto da poter essere considerato, uno dei sei grandi sistemi filosofici dell’india. Il fatto che, per centinaia di anni, il segreto di questa filosofia sia rimasto esclusivamente nelle mani di pochi spiega come sia stato possibile, nonostante l’importanza e l’utilita’di questo metodo, che per molto tempo, il paese non ne abbia tratto un maggior sviluppo, sia economico sia sociale.