INTRODUZIONE ALLA MEDICINA DELL’ ENERGIA


Alla base della medicina dell’energia esiste il concetto che l’uomo è indissolubilmente collegato con l’ universo e che l’energia che tiene in vita il macrocosmo( in giappone KI, in cinaQI, in indiaPRANA) è in continua connesione con la forza vitale di ciascun individuo e tiene in vita anche l’uomo. L’uomo non è solo corpo fisico, ma è soprattutto” ENERGIA “ e comunica con gli altri uomini e con il mondo intero “ energeticamente “, con gestualità, le emozioni, le parole, i pensieri, vale a dire, con l’espressione vibratoria dei corpi sottili o corpi energetici, che con le loro diverse frequenze vibratorie costituiscono il campo elettromagnetico attorno al corpo fisico ( corpo eterico, emotivo,mentale, spirituale).

Reiki integrato alla terapia medica, è un valido supporto nel processo di guarigione.

Attualmente è utilizzato a Milano, presso il centro di psicosomatica dell’ospedale San Carlo Borromeo e in altri istituti.

Reiki si è dimostrato efficace nella terapia del dolore di tutti i tipi reumatico, osteo articolare, muscolare, viscerale, compreso quello oncologico, nelle cefalee, nel malato terminale, nell’assistenza pre e postoperatoria, nella riepitelizzazione delle ferite, durante i trattamenti di radioterapia, nelle allergie, nell’alcolismo, in diverse patologie psicologiche e psichiatriche e in tante altre.


L’ ENERGIA VITALE UNIVERSALE E LA TERAPIA COMPLEMENTARE

Allevia il dolore, scioglie le tensioni, agisce in modo dolce……

Riattiva la nostra capacità d’auto guarigione.


REIKI NEGLI OSPEDALI

Offrono Reiki diversi centri medici statunitensi, tra cui il Portsmouth Regional Hospital ( New York), il Marin General Hospital ( San Francisco) e il California Pacific Medical Center, che lo definisce “ tecnica di guarigione attraverso l’energia sottile, che opera in associazione con energie individuali e universale per aprire percorsi di guarigione. Si pongono le mani sul corpo della persona oppure si sfiora per allineare i chakra e portare energia di guarigione agli organi e alle ghiandole. In questi e altri centri nordamericani lo usano infermieri, fisioterapisti e volontari accanto alla terapia convenzionale, su pazienti che già ricevono un trattamento medico classico.


  E IN ITALIA ?


 L’unico caso italiano di Reiki utilizzato in ospedale è al centro di medicina psicosomatica dell’ospedale San Carlo Borromeo di Milano, che si occupa soprattutto di allergie, obesità, acne, asma, ipertensione, tabagismo, e tanti altri disturbi.Il centro si richiama una visione olistica della medicina e valuta la storia, l’ambiente, le reazioni con gli altri delle persone che si rivolgono, cercando anche di cogliere il significato simbolico dei sintomi delle loro malattie. Qui il Reiki viene usato da operatori sanitari come “ tecnica integrativa di rilassamento e analgesia di pazienti affetti di emicrania”, dopo una sperimentazione ( che si è svolta nell’ambito di uno studio sulle medicine complementari promosso dalla Regione Lombardia ), iniziata nel 2000, su 50 persone questo disturbo. Ciascuna è stata sottoposta a otto sedute, effettuate da un medico, uno psicologo e un docente universitario in Medicina. I risultati sono stati soddisfacenti e hanno confermato l’efficacia del Reiki come aiuto per riequilibrio psicosomatico globale.